HomePage indice Prima Guerra Mondiale

Artiglieria
Prima Guerra Mondiale
Regio Esercito Italiano - Impero Austro Ungarico
 
In questa pagina sono raccolte informazioni sui pezzi d'artigleria usati durante la Prima Guerra Mondiale. Spesso le armi illustrate figurano come ornamento nei Monumenti ai Caduti.
 
http://www.earmi.it enciclopedia delle armi a cura di Edoardo Mori
   
Cannone da 120 B e C
Cannone da 37/12
Cannone da 75/27 Mod 1911
Obice da 75/13 Mod 1915
Mortaio Austro Ungarico SKODA 305/10 Mod. 1911
Bombarda Austro Ungarica calibro 22,5 cm Mod. 1915
   
 
Cannone da 120 B e C
Immagini dell'epoca di cui non si conosce la località
© Bruni
Il cannone da 120 B e C nel 1915 era già antiquato. Il calibro da 120 mm era considerato con favore all'inizio del '900, ma poi non si era dimostrato adatto alla distruzione delle fortificazioni campali e permanenti. I cannoni da 120 mm entrarono in guerra con due importanti limitazioni dovute al diverso calibro, rispetto a quello più in uso nell' Esercito , che costringeva a produrre proiettili con differenti lavorazioni meccaniche ed alla scarsa durata della canna che andava fuori uso dopo circa 700 colpi.
Il cannone da 120 mm "campale", montato su un affusto a ruote, aveva un sistema di alzo a doppio vitone concentrico che per effetto del violento rinculo si deteriorava rendendo il tiro impreciso.
Caratteristiche Tecniche
Calibro 120 mm
Otturatore a vite cilindrica
Rigatura sinistrorsa
Peso senza affusto Kg 1422
Freni (a paiuolo) idraulici o a rotaie cingolate
Affusto a ruote rigido
Alzo di tiro a vitone 45° / -10°
Gittata massima (granata) 7700 m
Peso della granata Kg 16,5
Proiettili granata, shrapnel e mitraglia
Preparazione di una piazzola destinata al posizionamento di un pezzo da 120mm in installazione antiaerea. Sullo sfondo si intravede un ponte sul fiume che certamente era l'obiettivo da difendere. Si tratta probabilmente del Piave nella parte alta nella zona di Nervesa. Il paese è stato poi ridenominato "Nervesa della Battaglia"
Pezzo di artiglieria in postazione contraerea con apprestamento di fortuna. Il cannone è un 120 B (120x23) dove la B sta per bronzo cioè il metallo di cui era composta la canna. Tale modello conviveva con i G (in ghisa) e gli A (in acciaio
Altra immagine del pezzo da 120 B che evidenzia il basamento per l'utilizzo contraerei. Questa fu una delle tante soluzioni di fortuna adottate per sopperire alle deficienze di materiale antiaereo esistenti all'inizio del conflitto.

 
Inizio pagina
Cannone da 37/12
 
Il cannone illustrato è posto a Lonate Pozzolo (VA)mapsul piazzale dedicato al ricordo dei caduti di tutte le guerre.
La targhetta porta la seguente iscrizione : Flli MARZOLI &C. AFFUSTO N° 15920
Collegamento al sito Marzoli spa
 
Il munizionamento è stato prodotto anche dalla ditta Tempini di Brescia.
Collegamento al sito Storia ex Tempini
Questo cannoncino fu distribuito ai Gruppi Alpini negli ultimi mesi del 1918
Someggiato o trainato su affusto a ruote, veniva messo in posizione appoggiandolo su due gambe arpionate, come appare nelle immagini.
Costruito in acciaio,  dal peso di 72 kg, aveva l'anima della canna solcata da 12 righe elicoidali sinistrorse.
L'otturatore era del tipo a blocco ed il congegno di percussione si armava automaticamente aprendo la culatta.
Possedeva anche il congegno di puntamento in direzione ed elevazione, uno scudo di lamiera d'acciaio. ed un vomero.
Gittata massima 2200 mt, utilizzava una granata d'acciaio da 670 gr munita di spoletta a percussione.
Esiste anche un modello austriaco. Per maggiori informazioni collegarsi a:
 
http://www.frontedolomitico.it/Eserciti/Ar...Fanteria37.htm#
 
http://www.landships.freeservers.com/37mm_...eschutz_m15.htm
 
 
 
 
 
 
 
 
 

La Marzoli Spa, fondata nel 1851 a Palazzolo sull'Oglio, in provincia di Brescia m, ad opera di Cristoforo Marzoli, inizia la propria attività producendo macchine tessili. Durante la prima guerra mondiale l'azienda produsse proiettili, anche di grosso calibro, cannoncini e mitragliatrici.
Collegamento al sito Marzoli spa


 
Inizio pagina
 
Cannone da 75/27 Mod 1911
Informazioni complete sulla storia e sui dati tecnici si possono trovare su WIKIPEDIA
Nota generale.
Materiale d'artiglieria a tiro rapido progettato dal colonnello francese Deport.
Il cannone venne costruito su licenza in Italia da un consorzio di 27 ditte presieduto dalla Vickers Terni e dalla Società acciaierie Terni.
Entrò in servizio nel 1912.
 
Il cannone illustrato è posto a Lonate Pozzolo (VA)map sul piazzale dedicato al ricordo dei caduti di tutte le guerre.
La targhetta porta la seguente iscrizione : DA 75/27-12 AFFUSTO N° 09044
Esistono due punzonature: la prima 347 kg, la seconda N°1185 FRIED.KRUPP A.G. ESSEN 1912m
Sulla canna appare inciso lo stemma d' Italia
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Cannone da 75/27 Mod 1911
Questo cannone appartiene ai pezzi d'artiglieria conservati all'esterno del Sacrario del Monte Grappa
Collegamento alla pagina dedicata al Sacrario del Monte Grappa
 
Il cannone 75/27 Mod. 1911 raffigurato nelle immagini sottostanti fu costruito nel 1918 dalla acciaieria Franchi Gregorini di Bresciamcon matricola 11688
Collegamento alla storia della ferriera acciaieria Franchi Gregorini
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
Inizio pagina
 

Obice da 75/13 Mod 1915
Informazioni complete sulla storia e sui dati tecnici dell' obice 75/13 Mod 1915 si possono trovare sul sito
Alpini Torino Nucleo 75/13 corredato con molte immagini.
Altre informazioni si possono trovare sul sito Regio Esercito
L' obice 75/13 Mod 1915 è posto a Busto Arsizio(VA)m nel giardino, a fianco del cimitero, dedicato al ricordo dei caduti di tutte le guerre.
Sulla culatta è incisa la descrizione: ANSALDO S. CONCESSIONE POZZUOLI 75/13 (Mod.15) Ma. 15790
Per maggiori informazioni collegarsi a:
 
http://www.landships.freeservers.com/7.5cm_gebirgskanone_m15.htm
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Obice da 75/13 Mod 1915
Questo obice appartiene ai pezzi d'artiglieria conservati all'esterno del Sacrario del Monte Grappa
Collegamento alla pagina dedicata al Sacrario de Monte Grappa
 
L'obice 75/13 Mod 1915 raffigurato nelle immagini sottostanti fu costruito dalla SKODAWERKE di PILSEN mcon matricola 22164
 
 
 
 
 
 

Obice da 75/13 Mod 1915
Questo obice appartiene ai pezzi d'artiglieria conservati all'esterno del Sacrario del Monte Grappa
Collegamento alla pagina dedicata al Sacrario del Monte Grappa
 
L'obice 75/13 Mod 1915 raffigurato nelle immagini sottostanti dovrebbe essere stato costruito dalla SKODAWERKE di PILSEN m con matricola 22088 e riutilizzato dall'esercito italiano come dimostrerebbe la targhetta con l'iscrizione in italiano.
 
 
 
 

 
Inizio pagina
 

MORTAIO Austroungarico SKODA DA 305/10 P.B.
MODELLO 1911
Informazioni complete sulla storia e sui dati tecnici del mortaio da 305/10 Mod. 1911 si possono trovare su:
mortaio SKODA 305/10
Fronte Dolomitico
 
Per maggiori informazioni collegarsi a:
 
http://www.earmi.it/balistica/berta.htm dove si tratta di balistica relativa a questi grossi calibri.
 
http://www.landships.freeservers.com/305mm_morser_m11.htm
 
Il mortaio SKODA 305/10 Mod. 1911 è posto a Rovereto m nelle vicinanze del Museo Storico Italiano della Grande Guerra
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
Inizio pagina
 

BOMBARDA AUSTRO UNGARICA
calibro 22,5 cm Modello 1915
Böhler Kapfenberg m
 
Le due bombarde illustrate appartengono ai pezzi d'artiglieria conservati all'esterno del Sacrario del Monte Grappa
Collegamento alla pagina dedicata al Sacrario del Monte Grappa
 
Alcune caratteristiche
Bombarda Böhler da 22,5 cm. ad avancarica, canna liscia, utilizza polvere da lancio. .
Peso in posizione di fuoco Kg.774
Lunghezza della bocca da fuoco mm. 1090
Peso proiettile 51, 65 o 76 kg.
Gittata massima 1100 m.
Gittata minima 210 m.
Per maggiori informazioni collegarsi a:
 
http://www.landships.freeservers.com/bohler_walkaround.htm
 
Matricola N° 665
Matricola N° 665
Matricola N° 665
Matricola N° 665
Matricola illeggibile
Matricola illeggibile

 
Inizio pagina